15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://eclectic-chick.it 300

Cosa cerca un multipotenziale nel lavoro?

Ognuno di noi ha una scala di valori nei quali crede e sono imprescindibili nella sua vita sia lavorativa che personale. Nel mio caso posso dire con fermezza che se ne dovessi dire tre, sarebbero: creatività, rispetto e appagamento. Se questi non ci sono, non mi ci applico neppure.

Allargando il raggio, con le persone con le quali sto parlando in questo periodo, mi sono accorta che come tutti, anche i multipotenziali hanno dei valori ai quali, al di là di questioni strettamente personali, non sono disposti a rinunciare. Questi valori sono da considerarsi non ugualmente misurabili per tutti.

Creatività.

Quasi tutti i multipotenziali si definiscono creativi. Io direi che TUTTI i multipotenziali sono creativi! Questo non ha nulla a che vedere con l’estro artistico o con spiccate capacità manuali. 

Sono fortemente convinta che essere creativi significa avere una spiccata capacità per il problem solving, ma soprattutto pensare e guardare le cose da un nuovo punto di vista (il famoso pensiero laterale). Questo ci permette di dare quel brio creativo ai nostri lavori, anche ai più disparati. 

Spesso essere multipotenziali creativi implica anche una sana capacità e inclinazione alla sintesi: quante volte un’idea nasce da esperienze diverse che riusciamo a mettere insieme?

Soldi.

I soldi non sono una variabile uguale per tutti. C’è chi ne vuole tanti e chi, non è interessato più di tanto. Converrai con me che però sono fondamentali per la vita quotidiana o almeno che ci permettano di fare quello che vogliamo (es: viaggiare, acquistare libri o l’ennesimo corso). 

Spesso il denaro è un tema di cui (soprattutto in Italia) se ne parla poco e spesso si dice sottovoce. Ci hanno insegnato che non è “elegante” parlarne. Oggigiorno però credo sia fondamentale, invece!

Come dicevo non per tutti è una variabile imprescindibile, ma è importante che ognuno capisca qual è quella quota che ritiene corretta da avere e che le permetta di fare quello che più ritiene in linea con il suo stile di vita. 

Diversificazione.

Nel questionario che ho sottoposto (se non l’hai compilato lo trovi qui) è emerso che sia per chi ha un lavoro fisso (dipendente o no), sia per chi ne ha uno precario, è fondamentale diversificare. 

In parole povere vuol dire che qualsiasi sia la nostra situazione lavorativa, essa ci deve dare modo di non fare sempre la stessa mansione, ma anzi, che ci permetta di esplorare diversi ambiti a essa legata o che ci dia abbastanza tempo rimanente per dedicarci ad attività extralavorative (es: canto, pittura, studio delle lingue, ecc)-

Significante.

Questo credo sia il valore cui, nessun multipotenziale, possa e voglia rinunciare. Quello che facciamo, tutti i giorni (e spesso tutto il giorno), ci deve gratificare da un punto di vista mentale. Da quando entriamo a quando usciamo. 

Fare qualcosa di significativo dà un senso alle nostre passioni, alla nostra routine e anche sotto sforzo ci motiva ad andare avanti, perchè sappiamo che in fondo saremo ricompensati con estrema soddisfazione.

Può capitare che ad un certo punto non troviamo più questo significante (e sappiamo che capita spesso a noi multipotenziali), ma questo non vuol dire che sparirà per sempre. Anzi, il significante è la maggiore motivazione che possa esistere per noi, e se oggi sparisce, domani, come una fenice, rinascerà sotto altra veste.

Non rinunciare a sé stessi.

In ultimo, ma non meno importante, se hai preso coscienza di quanto valga essere multipotenziale (ti consiglio di leggere questo articolo qui), sai che niente e nessuno dovrà metterti nella condizione di rinunciare al tuo essere eclettica. 

Togliere una passione (o limitarla) e imporci uno schema, è come averci tagliato un arto. Quello che mi sento di dire, dalla mia esperienza, è che noi sappiamo dosare quelli che sono i nostri talenti rispetto una particolare situazione, meglio di chiunque altro. Quindi, quello che ti consiglio è di ascoltare e rispondere mostrando il tuo lato che più idoneo.
L’importante è che riusciamo ad individuare lavori, o a crearci opportunità dove possiamo mostrarci per quello che siamo e non limitarci in alcun modo.

 

La mia scala dei valori
creatività 25%
soldi 15%
diversificare 18%
significante 25%
sé stessi 17%

Come puoi vedere, sopra ho riportato quelle che sono le percentuali per me  importanti.

Non amo lavorare solo per soldi, anche se per me sono importanti perchè mi permettono di viaggiare. Per me è fondamentale che la mia mente venga stimolata in continuazione, sia da un punto di vista creativo che di appagamento, quotidianamente. Quindi i miei valori predominanti sono creatività e significante. Tutte le scelte lavorative che ho fatto fino ad ora, effettivamente si sono basate inconsciamente su queste due variabili.

Mettere a fuoco i nostri valori ci permette di definire meglio e in anticipo se un certo impiego possa fare al caso nostro oppure no. Quindi, mettiti al lavoro e capisci quali sono le tue percentuali dominanti!

Sono davvero curiosa di sapere quali sono i tuoi valori e se questo post ti è piaciuto. Fammelo sapere e entra a far parte del primo gruppo dedicato ai multipotenziali! -> Multipotenziale Italia

Un abbraccio, Carlotta.

PREVIOUS POST
#multiwomen: intervista a Sara di DrinkfromLife
NEXT POST
Come trovare lavoro? 4 diversi approcci per te.

4 Comments

  • 16 aprile 2018 AT 11:14
    Lady Marketer

    D’accordo…soprattutto per la diversificazione!!
    Già non riesco a fare la stessa cosa nella vita personale e privata…figurati per lavoro!

    REPLY
    • 16 aprile 2018 AT 12:06
      CarlottaZaina

      esattamente! sappi che ti citerò anche in un altro articolo 😛

      REPLY
  • 21 giugno 2018 AT 1:16
    Debora

    Averti trovata e leggere i tuoi articoli mi sta aprendo porte che pensavo fossero muri. Mi ritrovo in ogni parola, grazie

    REPLY
    • 26 giugno 2018 AT 19:51
      CarlottaZaina

      ma grazie a te Debora! <3

      REPLY

Leave a Reply